IMASUB: CONCORSO FOTOGRAFICO SUB A CUBA 2020 - Cosa vedere

null
null
null
 

IMASUB: CONCORSO FOTOGRAFICO SUB A CUBA 2020 - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: LV4CUS316

Il Parco Nazionale della Penisola di Guanahacabibes si trova nella parte occidentale di Cuba, a 94 chilometri dalla città di Pinar del Río. Si tratta di un’estesa penisola con coste deserte dichiarate riserva della biosfera, che risulta essere un paradiso per subacquei, ecoturisti e osservatori di uccelli ed ambientalisti. Al largo della costa ci sono estese barriere coralline, tra le più incontaminate del mondo, oltre che decine di siti di immersione. Le one più famose per questa attività sono la Valle di Corallo Nero, che costituisce la superficie corallina nera più grande dell’arcipelago, e il Salone di María, nel quale si possono apprezzare gigli di mare e coralli in varie colorazioni. Il parco ospita una grande varietà di flora e fauna come 172 specie di uccelli, 700 di piante, 18 di mammiferi, 35 di rettili e 19 di anfibi. Richiamano l’attenzione le tartarughe che di notte depongono le uova sulle spiagge e la grande quantità di cangrejos colorados, una specie di granchi che abita questa riserva. Nella zona inoltre, ci sono una grande quantità di grotte interessanti, tra le quali la Cueva de las Perlas. La Playa de María la Gorda vanta acque cristalline e barriere coralline interessanti per le immersioni. Secondo una leggenda, il nome della spiaggia ha origine da Maria la Gorda era una grassa donna venezuelana, rapita dai pirati per essere abbandonata sull'Isola. Maria aprì un locale nel quale offriva i piaceri della tavola e della carne ai frequentatori, soprattutto pirati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK